Olio extra vergine di oliva… mon amour!

Alessandra Cuscinà e l'olio siciliano

Posts Tagged ‘prezzo’

Il prezzo dell’olio in Sicilia: Dicembre 2010

Posted by Alessandra su 28 dicembre 2010

La raccolta 2010-2011 è stata piuttosto scarsa in Sicilia e laddove vi sono state buone quantità di olive la resa è stata decisamente scarsa.

Il prezzo ovviamente è salito notevolmente rispetto agli anni passati e così all’ingrosso è stato quasi impossibile reperirlo.

Ai primi di dicembre ho chiesto a degli amici produttori e frantoiani (che ringrazio per le risposte), a quanto stesse andando l’olio dalle loro parti, queste le risposte:

“Qui da noi l’olio si vende a 5.5 – 6 euro.
Si vende al piccolo consumatore privato.” (POLIZZI GENEROSA – PA)

“5€ ma sale di giorno in giorno” (PACECO – TP)

“Olio Oliva a “bocca frantoio” di norma sui 5 euro” (AGIRA – EN)

“Io ho venduto 200 lt a un confezionatore a 7,50 € lt “(CHIARAMONTE GULFI – RG)

“Da noi l’olio all’ingrosso si aggira intorno ai quattro, quattro e cinquanta euro/chilo.
Be quelli al piccolo consumatore privato??? se parliamo di confezionato, direi che variano da ditta a ditta.” MENFI (AG)

“L’olio a privati in frantoio lo vendo a €. 5 – 5,50 al litro,
in lattina da 5lt €. 32,50
All’ingrosso a €. 3,80 – 4,00” (CASTRONOVO DI SICILIA – PA)

“All’ingrosso € 4.30, al dettaglio € 4.80 – 5.00” CASTELVETRANO (TP)

“Ciao Alessandra, quest’anno con i prezzi dell’olio è stato un casino… è partito a 3.50 all’ingrosso e 4 al dettaglio per arrivare a oggi con i grossisti che te lo pagano anche a 4 euro all’ingrosso perchè olio dalle nostre parti è volato!!!! io non sono riuscita a soddisfare tutte le richieste…rese basse e ordini da tutta la sicilia….anno strano e magazzino quasi a zero!!!!! meglio così!!!!!” (PARTANNA – TP)

“Prezzo all’ingrosso €  3.2  al kg
Prezzo al minuto  €  4.0  al lt” (AGRIGENTO)

“Nella mia zona stiamo facendo per l’olio convenzionale all’ingrosso € 4\Kg + IVA e al piccolo consumatore privato € 5\Kg e per il biologico una aggiunta di € 0,50\kg, ma abbiamo avuto scarsa produzione e stiamo avendo difficoltà a soddisfare le richieste.
Se avete esubero di olio potete contattarmi.” (MARINEO -PA)

“Quest’anno annata con poca quantità nella nostra zona.
Al frantoio al privato si vende a 5,50 / 6,00 €.
Per l’ingrosso  essendoci poca quantità non credo che noi potremo soddisfare le richieste!” (MONREALE – PA)

“Dalle parti di Alia il prezzo è  e 5.00 kg ma la raccolta è stata pessima e la resa pure” (ALIA – PA)

***

Naturalmente il mio olio non fa testo perché io lo vendo e lo venderò sempre 15 euro litro, non potrei meno, significherebbe lavorare per hobby rimettendoci le spese.

***

Come si vede mi mancano i prezzi di Catania, Siracusa, Messina, e qualche cosa di più su Ragusa
ma penso che non si discostino di molto dall’attuale situazione saranno certamente ben più alti visto che in quelle zone le produzioni sono decisamente minori rispetto ad Agrigento,  Trapani e Palermo.

Insomma bisogna sperare di avere annate brutte per riuscire a vendere l’olio al “minimo sindacale“, è il colmo!

A questo punto diventa d’obbligo una riflessione: ma tutto quell’olio che trovate sugli scaffali e che risulta “siciliano” a 5 euro litro (quand’è “caro”) com’è possibile che costi così poco? Il commerciante da quando in qua fa opere di beneficienza? E quanto costava quella bottiglia in origine se è venduta a 5 euro? Insomma, trasporto, confezionamento, percentuale di guadagno del rappresentante, del supermercato, dell’azienda…  qualcosa non torna. Aprite gli occhi consumatori!

P.s.:sono graditi commenti e aggiornamenti sui prezzi.

Annunci

Posted in cronaca, olio extra vergine | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | 11 Comments »

Perché l’olio verdorolio costa di più?

Posted by Alessandra su 31 gennaio 2008

Perché l’olio del consorzio verdorolio costa di più?

Perché I ‘ve got a dream! (Io ho un sogno… come Martin Luther King… del resto se c’è chi si sente novello Gandhi io potrò ben sentirmi Martin Luther King! No?)

Battute a parte

sembra una domanda banale perché il verdorolio costi di più e ci si aspetta una risposta banale del tipo: “è migliore e i costi sono superiori rispetto agli altri oli” e in effetti questa è una verità ma ce n’è un’altra che le si affianca: l’olio verdorolio costa di più perché lo si paga di più al produttore per scelta consapevole dei dirigenti del consorzio.

La prossima domanda nasce spontanea: “Perché lo si paga di più al produttore?”

Risposta: “Per far sì che l’agricoltore continui a fare l’olio, a coltivare la terra, per una questione di etica, perché è giusto che chi lavora la terra sia consapevole del fatto di possedere un tesoro e non un vuoto a perdere, perché è giusto che il lavoro venga ripagato.
L’economia agricola siciliana è in grave pericolo:

la manodopera costa
i fertilizzanti costano
il carburante costa
i fitofarmaci (anche se esorto TUTTI a convertirsi al BIOLOGICO) costano
i macchinari (trattori e altro) costano

L’agricoltore, per buona fede o per disperazione, quando deve vendere il proprio prodotto preferisce “POCHI MALEDETTI E SUBITO” e non vuole aspettare per timore di vedere calare il prezzo del suo lavoro ancora di più.

Morale della favola: svende il proprio prodotto ==> lo svaluta ==> copre a mala pena le spese.
Tutto ciò, a mio parere, porta a una conseguenza ancora più grave: i figli dell’agricoltore crescono osservando la delusione del padre, la fatica che fa per un misero guadagno e quindi, esortati dallo stesso genitore che nella terra vede solo sacrifici e nessuna prospettiva per il futuro abbandonano la terra e si iscrivono all’Università!

Certo andare a ingrossare le file dell’Università che, quando esci Dott., ti offre 2 grandi opportunità (oltre a quella sacrosanta di lasciare la sicilia e farti valere): impegarti in un call center a tormentare gli utenti per vendergli una dannata tariffa di cui non hanno bisogno oppure aspirare a un part time da Mc Donald come “giratore” di patatine fritte!

Ma una chance, una vera, i nostri ragazzi ce l’hanno, soprattutto i più fortunati che già possiedono la terra il bene più prezioso perché:

diceva la mia bisnonna:

i soldi: te li possono rubare
le case: può venire un terremoto e possono crollare
ma la terra: è lì e nessuno la può toccare.

La terra, questa terra benedetta che gode del sole molto di più di tante altre,
che ha un clima meraviglioso per l’agricoltura,
questa terra meta di turisti (almeno fino a quando in sicilia si mangiava bene e si pagava il giusto, adesso si mangia uno schifo dappertutto e si paga uno sproposito pure per una pizza col formaggio di plastica!), assetati di cultura, sole e mare, questa terra è un bene prezioso che va curato amato e soprattutto valorizzato sia dal privato sia dalle Istituzioni ma il privato siciliano deve smettere di aspettare l’elemosina del politicante di turno.

Siamo imprenditori? Facciamo gli imprenditori

Posted in olio extra vergine | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »