Olio extra vergine di oliva… mon amour!

Alessandra Cuscinà e l'olio siciliano

Posts Tagged ‘olio’

Fa resuscitare i morti! Olio Alessandra Cuscinà Denocciolato Biologico Extra Vergine d’Oliva

Posted by Alessandra su 9 gennaio 2011

... fa resuscitare i morti!

Ci sono giorni in cui siamo più creativi, ci sono motivi vari alla creatività: gioia, dolore, rabbia, felicità, ma poco importa quale sia il sentimento che ci spinge a “voler fare”, l’importante è farlo.
Ed ecco il parto della mia mente.
Se vi va di commentare e riderne o parlarne seriamente sarò felice di leggervi e rispondervi.

Annunci

Posted in olio extra vergine, soddisfazioni | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | 1 Comment »

I nuovi reati presupposto: fino a 500 quote le multe per le frodi alimentari

Posted by Alessandra su 13 giugno 2010

“Forse” è finita la pacchia di chi scrive “extravergine” oppure “D.O.P.” e poi proprone tutt’altro (olio di semi e clorofilla, oli da colture convenzionali a marchio d.o.p.).
Da novembre 2009 grazie all’integrazione della legge 99/2009 al decreto legislativo 231/2001 chi froda paga in proporzione alla “grandezza” dell’azienda quindi stop, finalmente, alle multe uguali per tutti perché agevolvano decisamente le grandi aziende che inserivano la multa che andava dai 6” ai 9.500,00 euro nelle “spese di gestione” mentre alle piccole aziende facevano un danno enorme.

Adesso la multa è proporzionata a chi commette la frode (io avrei preferito una “multa certa” proporzionata al fatturato dell’azienda, ma pazienza, meglio di niente e, in certi casi, questa con le quote è anche più drastica per chi froda).

Le quote le stabilisce il magistrato e nel frattempo ci può essere la chiusura preventiva dell’azienda, questo chiaramente mette un po’ di dubbi data la lentezza della giustizia italiana, poiché bloccare un’azienda e poi, come a volte accade, scoprire che non ha commesso reati tali da giustificare tale chiusura può essere la fine economica dell’azienda in questione. Ma noi confidiamo nella giustizia, e speriamo che tutto si svolga sempre nella massima attenzione alle conseguenze di qualsiasi decisione.

Estratto della legge riguardante le frodi alimentari:

art 25 bis. 1 [inserito dalla legge 99/2009]
art. 513 c.p. (Turbata libertà dell’industria o del commercio)
Chiunque adopera violenza sulle cose ovvero mezzi fraudolenti per impedire o turbare l’esercizio di un’industria o di un commercio è punito, a querela della persona offesa, se il fatto non costituisce un più grave reato, con la reclusione fino a due anni e con la multa da euro 103 a euro 1.032.
art. 515 c.p. (Frode nell’esercizio del commercio)
Chiunque, nell’esercizio di un’attività commerciale, ovvero in uno spaccio aperto al pubblico, consegna all’acquirente una cosa mobile per un’altra, ovvero una cosa mobile, per origine, provenienza, qualità o quantità, diversa da quella dichiarata o pattuita, è punito, qualora il fatto non costituisca un più grave delitto, con la reclusione fino a due anni o con la multa fino a euro 2.065. Se si tratta di oggetti preziosi, la pena è della reclusione fino a tre anni o della multa non inferiore a euro 103.
art. 516 c.p. (Vendita di sostanze alimentari non genuine come genuine)
Chiunque pone in vendita o mette altrimenti in commercio come genuine sostanze alimentari non genuine è punito con la reclusione fino a sei mesi o con la multa fino a euro 1.032.
art. 517 c.p. (Vendita di prodotti industriali con segni mendaci)
Chiunque pone in vendita o mette altrimenti in circolazione opere dell’ingegno o prodotti industriali, con nomi, marchi o segni distintivi nazionali o esteri, atti a indurre in inganno il compratore sull’origine, provenienza o qualità dell’opera o del prodotto, è punito, se il fatto non è preveduto come reato da altra disposizione di legge, con la reclusione fino a due anni o con la multa fino a ventimila euro.
art. 517-ter c.p. (Fabbricazione e commercio di beni realizzati usurpando titoli di proprietà industriale) – Salva l’applicazione degli articoli 473 e 474 chiunque, potendo conoscere dell’esistenza del titolo di proprietà industriale, fabbrica o adopera industrialmente oggetti o altri beni realizzati usurpando un titolo di proprietà industriale o in violazione dello stesso è punito, a querela della persona offesa, con la reclusione fino a due anni e con la multa fino a euro 20.000
Alla stessa pena soggiace chi, al fine di trarne profitto, introduce nel territorio dello Stato, detiene per la vendita, pone in vendita con offerta diretta ai consumatori o mette comunque in circolazione i beni di cui al primo comma.
Si applicano le disposizioni di cui agli articoli 474-bis, 474-ter, secondo comma, e 517-bis, secondo comma.
I delitti previsti dai commi primo e secondo sono punibili sempre che siano state osservate le norme delle leggi interne, dei regolamenti comunitari e delle convenzioni internazionali sulla tutela della proprietà intellettuale o industriale.
art. 517-quater c.p. – (Contraffazione di indicazioni geografiche o denominazioni di origine dei prodotti agroalimentari). – Chiunque contraffà o comunque altera indicazioni geografiche o denominazioni di origine di prodotti agroalimentari è punito con la reclusione fino a due anni e con la multa fino a euro 20.000.
Alla stessa pena soggiace chi, al fine di trarne profitto, introduce nel territorio dello Stato, detiene per la vendita, pone in vendita con offerta diretta ai consumatori o mette comunque in circolazione i medesimi prodotti con le indicazioni o denominazioni contraffatte.
Si applicano le disposizioni di cui agli articoli 474-bis, 474-ter, secondo comma, e 517-bis, secondo comma.
I delitti previsti dai commi primo e secondo sono punibili a condizione che siano state osservate le norme delle leggi interne, dei regolamenti comunitari e delle convenzioni internazionali in materia di tutela delle indicazioni geografiche e delle denominazioni di origine dei prodotti agroalimentari.
SANZIONI PER L’ENTE:
PECUNIARIA: FINO A 500 QUOTE
INTERDITTIVE: NO
art. 513-bis c.p. (Illecita concorrenza con minaccia o violenza)
Chiunque nell’esercizio di un’attività commerciale, industriale o comunque produttiva, compie atti di concorrenza con violenza o minaccia è punito con la reclusione da due a sei anni. La pena è aumentata se gli atti di concorrenza riguardano un’attività finanziaria in tutto o in parte ed in qualsiasi modo dallo Stato o da altri enti pubblici.

Fonti:
http://www.reatisocietari.it/new/images//copia%20di%20i%20nuovi%20reati%20presupposto.pdf

http://www.alimentibevande.it/allegati/75887.pdf

Posted in etichettatura olio, olio extra vergine | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Sol d’Oro: l’olio della Sicilia il più premiato

Posted by Alessandra su 15 aprile 2010

Verona, 8-16 aprile , 16^ edizione del SOL D’ORO – il concorso degli oli all’interno della manifestazione internazionale Vinitaly
su 69 premi i siciliani hanno preso 15 gran menzioni e ben 2 SOL di BRONZO.

Bravissimiiii 😀

Nell’ordine su 69 premi questi i premi andati alle singole regioni italiane e alle nazioni straniere.

Vorrei far notare che:
L’OLIO SICILIANO È SEMPRE IL PIÙ PREMIATO… il che significa che è… IL MIGLIOREEEEEEE!!!
😀 😀 😀

17  premi alla Sicilia 😀
10  Spagna
Lazio
Abruzzo
Toscana
4  Cile
Calabria
Puglia
Campania
Sardegna
2  Slovenia
Veneto
1  Croazia
Emilia Romagna
Marche
Trentino
Umbria

Di seguito l’elenco dei siciliani premiati:

CATEGORIA – FRUTTATO LEGGERO
GRAN MENZIONI
Az. Agr. Aragona – Catania – Sicilia
Az. Agr. Cirinnà Vincenzo – Canicattini Bagni – Sicilia 🙂
Az. Bio-Olivicola Mirisola – Riesi – Sicilia

CATEGORIA – FRUTTATO MEDIO

SOL DI BRONZO
Az. Agr. Sergio Gafà – Chiaramonte Gulfi (RG) – Sicilia

GRAN MENZIONI
Az. Agr.Rollo – Ragusa – Sicilia
Az. Agr. Carpino – Palazzolo Acreide – Sicilia
Az. Agr. Biologica Titone – Trapani – Sicilia
Frantoio Scalia – Mascalucia – Sicilia
Soc. Agr. Fratelli Riggio – Carlentini – Sicilia

CATEGORIA – FRUTTATO INTENSO

SOL DI BRONZO
Az. Agr. Terraliva – Siracusa (SR) – Sicilia

GRAN MENZIONI
Az. Agr. Scammacca del Murgo – Santa Venerina (CT) – Sicilia
Az. Villa Zottopera – Ragusa – Sicilia
Az. Agr. Gerace di Antonella Fontanazza – Enna – Sicilia
Az. Agr. Cavasecca – Siracusa – Sicilia
Az.Agr. Cannata Antonino – Frigintini – Modica (RG) – Sicilia
Az. Agr. Rosso Giuseppe – Ragusa – Sicilia

vedi tutti i premiati del Sol d’Oro

Posted in cronaca, olio extra vergine, soddisfazioni | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Che in Sicilia qualcosa stia cambiando? U pani cunzatu fest – Lido Valderice

Posted by Alessandra su 25 giugno 2009

ALX_6079Per i non siculi traduzione del titolo: “La festa del pane condito” prodotto tipico siciliano fatto con pane (di solito caldo), olio, sale, pepe, acciughe, formaggio, pomodoro

io preferisco pane e olio e…basta,  sarà che il mio olio non ha bisogno di altro? 😉

Comunque, ero piuttosto scettica su come sarebbe andata questa festa la cui idea è bellissima e se gli organizzatori riusciranno a metterla in pratica sarà un evento a cui parteciperanno aziende e panificatori da tutto il mondo.

L’idea è quella di promuovere il pane, il pane fatto in ogni parte del mondo, creare un concorso per la miglior ricetta di pane e…

e promuovere il pane cunzato siciliano con i prodotti tipici siciliani.

Al mio scetticismo devo dire è stata data una bellissima risposta da parte dei partecipanti in quanto hanno gustato e apprezzato il mio olio prestando particolare attenzione alle mie spiegazioni sul denocciolato, perché la mia azienda ha scelto di denocciolare le olive e apprezzando molto che nonostante siamo a fine giugno l’olio è ancora profumato, amaro e piccante come appena fatto.

Sono davvero rimasta stupita dall’attenzione al gusto e alla qualità che sono stati mostrati dal pubblico presente e ne sono stata piacevolmente colpita: che qualcosa in Sicilia si stia smuovendo? Che i siciliani comincino a capire che la qualità ha un altro sapore rispetto al prodotto della GDO (grande distribuzione organizzata = superemercati, ipermercati ecc.)?

Non saprei, sono molto, troppo delusa dall’andazzo generale ma vedere acquistare le mie bottiglie da 0,25 l al Lido di Valderice a un prezzo che non è certo quello che si paga per l’olio di questi tempi mi fa ben sperare.

Se si considera che il tempo è stato inclemente e nonostante ciò l’affluenza e l’interesse delle persone sono stati notevoli si può dire che Upanicunzatufest è stato un vero successo.

ALX_6052ALX_6040ALX_6051

Le aziende presenti di enogastronomia: Enopolio (Vino, Olio, Miele, Gelatine d’uva), Lipari ( salumi), BioViola (vino biologico), Campo (salumi), Adragna (vino e olio), Caseificio Cucchiara (Formaggi e dolci alla ricotta), U pani cunzatu (paniere di prodotti tipici siciliani).

Posted in olio extra vergine | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

SOL di VERONA… il fratello minore del Vinitaly

Posted by Alessandra su 11 aprile 2009

Come ogni anno, quest’anno dal 2 al 6 Aprile, si è tenuto alla fiera di Verona il Vinitaly, ma, quasi nessuno sa che durante la stessa fiera, in un padiglione a parte, vi è anche il SOL dedicato all’olio.

Purtroppo in questo l’Ente fiere di Verona deficita in comunicazione e così, non solo, il Sol è piccolino (rispetto al Vinitaly) e accorpato all’Agrifood nello stesso padiglione ma non viene nemmeno pubblicizzato più di tanto.

Bella soddisfazione,  alla Sicilia vanno:

SOL D’ARGENTO Fruttato intenso

Letizia dell’ Az. Agr.Rollo – Ragusa

SOL D’ARGENTO Fruttato medio

Tunna della Soc. Agr. Fratelli Riggio – Carlentini (Siracusa)

e 26 gran menzioni

5 per la categoria Fruttato delicato

11 per la categoria Fruttato medio

tra cui Sykelia dell’Az. Agr. Cinquemani – Bisaquino (PA)

10 per la categoria Fruttato intesnso

vedi i risultati del Sol d’oro 2009

Naturalmente, come ogni anno, non manca chi vive questo evento come un sano momento di goliardia per potersi ubriacare alla modica cifra di 35-40 euro a biglietto (che, moltiplicato per le tanto ostentate 150.000 presenze fa  3.500.000 euro), così mentre cerchi di lavorare e speri di incontrare il solito e sospirato buyer che apprezzerà e comprerà il tuo prodotto devi sopportare gli avvinazzati degli stand del Vinitaly che vengono a mangiare pane e olio per riprendersi un po’ dai fumi dell’alcool.

Non so quanti buyers vi fossero in giro ma il sabato e la domenica non si ragiona completamente: masse informi di privati che vagano per gli stand in cerca di divertimento, poco arricchimento culturale e molto alcool.

Di per sé l’evento rimane uno dei più importanti (riguardo al vino) in Europa, secondo soltanto alla fiera di Bordeaux ma si sa, quando si parla di vino, la Francia è la Francia.

Per quel che riguarda il Sol, invece, molti i Consorzi DOP presenti (ma non tutti), molte le etichette di tutta Italia, tantissimi gli oli a disposizione di curiosi ed esperti del settore. Stranamente assente il Distretto Produttivo dell’olio Sicilia: Terre d’occidente.

Presente al SOL anche il Consorzio Verdorolio con i suoi 5 oli, molti i contatti, l’etichetta rossa ha spopolato tra il pubblico,  la cerasuola resta un mito (ma sono spudoratamente di parte!)

Ho avuto il piacere di assaggiare oli di varie parti d’Italia e del mondo e me ne sono rimasti impressi tre davvero buoni, uno marocchino, completamente diverso dai nostri oli, improponibile su un’insalata – per noi – ma che doveva essere favoloso in un cus cus visto il profumo delicato e speziato al tempo stesso, e due della linea Virgoro (monovarietali) delle Marche dell’Azienda Agricola delle sorelle Gabrielloni di Recanati (MC) che, nonostante siano lavorati ancora con le presse sono a dir poco favolosi!

Ho letto numeri pazzeschi sulla presenza dei buyers al Vinitaly/Sol ma mi piacerebbe sapere quante aziende hanno concretizzato qualcosa, quante hanno ricevuto ordini da buyers seriamente interessati.

In centro a Verona:

Consigliatissimo: Ristorante Les Clochards – si mangia davvero bene con un rapporto qualità/prezzo eccellente e un servizio di ottimo livello e un’atmosfera rilassante e piacevole.

Sconsigliato: Ristorante Sant’Eufemia: si mangia piuttosto male e il servizio è gestito da gente che va in palla appena ha la sala piena.

Posted in olio extra vergine | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »