Olio extra vergine di oliva… mon amour!

Alessandra Cuscinà e l'olio siciliano

Archive for the ‘politica’ Category

Convegno: ENERGIE RINNOVABILI – Risorse e Occasione di sviluppo per il Territorio

Posted by Alessandra su 14 maggio 2011

Partecipo sempre volentieri ai convegni a cui m’invitano, ma questo è stato proprio entusiasmante, sarà che l’argomento “rispetto dell’ambiente” mi sta particolarmente a cuore, lo metto in atto da anni in azienda, cerco di comunicarlo alle scolaresche e a chi mi viene a fare visita in azienda, lo porto avanti col rispetto per gli animali, per la natura in generale, perché sono convinta che la natura ricambi, in bene e in male, quello che riceve.
Gli interventi che più hanno incontrato il mio favore sono stati in particolare quelli pomeridiani mentre tra quelli della sessione mattutina quello del Prof. Mario Pagliaro (la Vanna Marchi del Solare nell’accezione più positiva pensabile), entusiasmante, illuminante, coinvolgente, favoloso! Non da meno quello di Antonino Mineo,  ingegnere con le idee più che chiare che non vuole cedere il passo ai furbini del nord per pochi spiccioli, cercando di instaurare una filiera produttiva di pannelli solari in Sicilia, non per niente è il rappresentante del distretto produttivo Meccatrnic@.
Piacevolissima l’atomsfera creatasi dopo la pausa pranzo (c’è sempre l’esodo prima delle sessioni pomeridiane), pochi ma davvero interessati, una trentina di presenti, la condizione ideale per instaurare uno scambio d’idee e un dibattito.
Illuminanti gli interventi di Mimmo Fontana, Rosario Nicchitta, e di alcuni presenti – il sig. Catanzaro (purtroppo non ne ricordo né titolo né nome proprio), – sentire parlare di energia nucleare, di referendum occultato o quasi, e venire a sapere che in un solo anno si sono sviluppati in tutta Italia 5 giga-watt pari a 1 centrale nucleare media, che in Germania le centrali nucleari sono state impiantate più di 15 anni fa e oggi guardano all’energia solare (l’unica che non provoca scorie di alcun tipo!) nonostante si sognino le ore di sole dell’Italia (per non parlare della Sicilia!), e che i nostri obsoleti politici ancora parlino di mettere il nucleare in Italia con possibili realizzazioni non prima di 10-15 anni quando l’energia solare supplirebbe il tutto molto ma molto più velocemente. E poi scoprire che l’ENEL disperde tanta di quella energia perché le centrali sono vecchie, la manutenzione è ridicola, e ci sono centrali ENEL che producono il 18% di quello che dovrebbero per carenza di manutenzione e preferisce comprare il nucleare dalla Francia che gli costa un terzo (perchè non ha costi di produzione in quanto spegne le centrali di notte) e ci vende al solito prezzo!
Insomma siamo proprio le solite pecore disinformate, così tanto, da permettere di prenderci in giro e la Sicilia è la regione che paga l’energia elettrica più di tutte le altre regioni italiane.
E intanto quei dementi dei nostri politici continuano a diminuire gli incentivi di produzione di energia solare invece di incentivarla alfine di incentivare l’installazione di pannelli solari in ogni casa, tetto, luogo possibile (tranne per terra nei terreni agricoli, per carità, uno schifo immondo alla vista!).
Sui tetti del centro storico di Roma, su cui svettano le più orride antennazze per prendere la tv satellitare e il digitale terrestre, ci sono un sacco di vincoli per mettere i pannelli solari mentre sui tetti del Vaticano, accanto San Pietro ci sono centinaia di pannelli solari, per fortuna al Vaticano il cervello gli cammina  ai nostri politici no, e manco a chi li vota perché l’energia solare è lavoro: lavoro per la produzione, lavoro per gli installatori, lavoro per formare le maestranze, lavoro per formare le competenze. E naturalmente dove si trovano i voti? Dove non c’è lavoro! Chi ha interesse a fare lavorare gli italiani? Di certo non i nostri politici.
Convegno davvero troppo bello!!! Ancora adesso a 24h di distanza ci penso e mi entusiasmo.

CONVEGNO

ENERGIE RINNOVABILI
Risorse e Occasione di sviluppo per il Territorio

Venerdì 13 Maggio Aula Consiliare

Termini Imerese (PA)

clicca sul nome per vedere la foto

SALUTI
Fabio Lo Bono
Responsabile FLI Termini Imerese

Arch. Totuccio Lanzalaco
Consiglio dell’Ordine degli Architetti di Palermo

Dott. Claudio Scaglione
Co-fondatore circolo FLI Termini Imerese
Dir. Sanitario Policlinico Giaccone di Palermo

On. Franco Piro
Partito Democratico

Salvatore Burrafato
Sindaco di Termini Imerese

On. Alessandro Aricò
Componente Commissione Europea ARS

On. Nino Lo Presti
Vicepresidente Commissione Bicamerale Enti gestori

INTRODUCE
Fabio Bologna
Componente direttivo FLI

INTERVENTI
Ing. Mario Piscopo
Associazione ingegneri ambiente e territorio
Università di Catania
Produzione di biodisel da brassica carinata. Analisi e prospettive nella regione Sicilia.

Nino Russo
Confindustria 

Prof. Mario Pagliaro
CNR
Sicilia solare
Ricerche sull’energia solare, la formazione, i posti di lavoro, l’energia del futuro (nda)

Ing. Antonino Mineo
Rappresentante Meccatrnic@  – Distretto Produttivo
Confindustria  Palermo
Obiettivi iniziali e situazione attuale in Sicilia (sviluppare il solare in Sicilia, chiudere la filiera di produzione dei pannelli solari in Sicilia – nda

Angelo Pizzuto
Commissario Parco delle Madonie

h. 15,00 – Applicazione delle energie da fonti rinnovabili nel settore pubblico, privato e residenziale

Arch. Rosario Nicchitta 
Dirigente II Settore Comune di Termini Imerese
Potenzialità d’insediamento e localizzazione di impianti alternativi nel territorio di Termini Imerese

Dott.a  Alessandra Cuscinà
Imprenditrice – Azienda Agricola Fatta Maria Layla
Esperienze in agricoltura: l’olio denocciolato e l’utilizzo del nocciolo delle olive

Dott. Antonio Sperandeo
Psicologo
Educare all’ambiente 

Agostino Moscato
Responsabile Legambiente Termini Imerese
L’insediamento del nucleare in Sicilia 

Mimmo Fontana
Responsabile regionale Legambiente
Dall’efficienza energetica ai comuni rinnovabili 

Annunci

Posted in eventi e comunicazioni, Imprenditori agricoli siciliani, nozioni tecniche, olio extra vergine, politica, soddisfazioni | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Fattorie didattiche

Posted by Alessandra su 21 marzo 2011

Da 15 febbraio al 31 marzo si sono svolti i corsi per ottenere l’accreditamento di Fattoria/Azienda didattica. Le SOAT (Sezioni Operative di Assistenza Tecnica) di tutta la Sicilia si sono organizzate e hanno tenuto i corsi con i docenti più qualificati e “testati” nel corso degli anni per spiegare, chiarire, coinvolgere, preparare, fare innamorare i rappresentanti delle aziende a diventare Fattoria (per quelle aziende che guadagnano attraverso l’impiego di animali) o Azienda (le aziende agricole) didattica. Che dire, seguo questo corso con un entusiasmo e una gioia che sì mi sono abituali ma in questo caso ancor di più perché è davvero un’esperienza unica, divertente, interessante, di scambio e che mi ha permesso di conoscere altre aziende con la mia stessa vocazione. Ogni cosa è curata nei minimi particolari, i funzionari dell’Assessorato Regionale delle Risorse Agricole e Alimentari (ex Ass. Agricoltura e Foreste), si sono impegnati anima e cuore a far sì che tutto andasse per il verso giusto, magari il catering per la pausa caffè e per quella pranzo! Siamo stati stra-viziati 🙂 Io ho partecipato al corso della Soat di Misilmeri, – responsabile dott. Lillo Napoli, organizzato dal dott. Enzo Giordano.
Con la partecipazione della dott.a Marina Mangia dirigente dell’Unità Operativa n. 29 – Qualità delle produzioni e alimentazione

Per approfondire l’argomento “Fattorie didattiche“:  http://www.agrinnovazione.regione.sicilia.it/agroalimentare/fattorie_didattiche/index.html Per approfondire l’argomento “Agroalimentare siciliano“: http://www.agrinnovazione.regione.sicilia.it/agroalimentare/

Il programma del corso:

Corso presso SOAT  Misilmeri
ORARIO ARGOMENTO
1° incontro 15-feb-11 8,00-9,00 registrazione partecipanti al corso
9,00-13,00 presentazione del corso a cura dei  dott.i  Lillo Napoli ed Enzo Giordano sella Soat di Misilmeri;
Relatori: Dott.  Maurizio Costanzo, Dott. Onofrio Maria Mastrangelo
la costituzione di una fattoria didattica
aspetti normativi,
assicurativi
15,00-17,00 Relatore: Dott. Fabio Bertolazzi
fiscali dlgs n.228 del 2001. legge 57 del 5 marzo 2001, circolare 22/e del 2008 – esenzione iva delle prestazioni educative e didattiche
Relatore: Dott. Lillo Napoli (Responsabile Soat Misilmeri)
sicurezza sul lavoro dlgs 81/2008 testo unico sulla sicurezza sul lavoro, DM. N.388 del 2003 disposizioni sulpronto soccorso aziendale, privacy dlgs 196 del 2003
2°giorno 16-feb-11 8,00-13,00 Relatore: Dott.a  Susanna Messina – psicologa
La fattoria didattica : un nuovo modo educativo
principi di pedagogia e comuncazione con soggetti in età evolutva
attività di un’azienda didattica
la costruzione delle piste educative
la figura dell’operatore didattico- esperienze
15,00-17,00 Relatore: Dott. Marina Mangia
i programmi di educazione alimentare (comunitari,nazionali,regionali)
presentazione dei progetti alle scuole condivisione con gli insegnanti attività da realizzare
accoglienza
intrattenimento
redazione del questionario di gradimento
3° giorno 01-mar-11 8,00-13,00 Relatore: Dott. Francesco Rossi
il territorio : la sua fruibilità e il suo studio e e produzioni
risorse, fruizione del territori
il marketing territoriale
Relatore: Dott. Pietro Di Fiore
principi di una sana e corretta alimentazione
Relatore: Dott. Enzo Giordano
la storia della cucina e delle produzioni siciliane
4° giorno 02-mar-11 8,00-13,00 Relatore: Dott. Lillo Alaimo Di Loro (responsabile Aiab regione Sicilia)
i sistemi produttivi – principi e metodi di agricoltura biologica e di difesa integrata e le relative filiere
5° giorno 08-mar-11 8,00-13,00; Agriturismo Carbona – Azienda didattica – Castelvetrano (TP) Relatore/intrattenitore: Dott. Daniele De Leo Esperienze didattiche in ambito nazionale e regionale presso una fattoria/azienda didattica accreditata
Filiere produttive rappresentative – laboratori
le varietà
15,00-17,00 ed. alimentare
giochi
laboratori(didattico scientifici, manipolativi, sensoriali)
6° giorno 09-mar-11 Agriturismo Rocche del Pomo – Fattoria didattica – Contessa Entellina (PA) Masseria Ruvettu – Sambuca di Sicilia (PA)
Esperienze didattiche in ambito nazionale e regionale presso una fattoria/azienda didattica accreditata
8,00-13,00; Filiere produttive rappresentative – laboratori
le varietà
15,00-17,00 ed. alimentare
giochi
laboratori(didattico scientifici, manipolativi, sensoriali)
7° giorno 29-mar-11 8,00-13,00 15,00-17,00 stesura project work
8° giorno 30 marzo 2011 8,00-13,00 esami finali
esame con questionario di valutazione finale

Vedi la Photogallery… infinita!!! 🙂

23/03/2011

Piera Finocchio,  Dott. Lillo Napoli

Da sinistra: la signora Piera Finocchio, il Dott. Lillo Napoli e il dott. Enzo Giordano

Francesca Guanà


"I meglio"

"I meglio"

 


Posted in cronaca, etichettatura olio, eventi e comunicazioni, Giustizia divina, politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

La cultura della politica

Posted by Alessandra su 28 ottobre 2008

Vi ho parlato della fantastica esperienza che è stata la mia partecipazione al forum di Taormina sull’Africa.

Come accennato in quell’articolo ho avuto il piacere di sentire parlare Edward Luttwak che ha detto una serie di cose interessantissime ma una mi ha colpita particolarmente: la cultura della politica.

Ma che è la “cultura della politica”?

Ecco la spiegazione: Mr. Luttwak continuava a dire: “La minaccia degli aiuti all’Africa”

viene subito da pensare:”Vabbè, è americano e sbaglia la parola!” Ma non è così perché parla l’italiano meglio di un madrelingua laureato! E allora perché definisce “minaccia” i possibili aiuti economici all’Africa???

Aiutare economicamente un Paese che non ha cultura politica serve soltanto, dice Luttwak, a rafforzare i personaggi a capo dello Stato.

Mi viene immediatamente un parallelo: Sicilia = Africa…

E per spiegare meglio il concetto di cultura della politica Mr. Luttwak fa un esempio:

Il ministro (donna) tal dei tali porta i figli a fare un pic nic ed utilizza per la piacevole gita la macchina ministeriale… (e allora??? da noi le amanti dei politici fanno la spesa con la macchina blu e la scorta! qual è il problema???), un cittadino la vede e la denuncia. Morale della favola: il ministro, nonostante abbia spiegato che ha preso la macchina ministeriale perché la sua non partiva e i bambini piangevano (vi immaginate in Sicilia? ad una scusa simile tutti avrebbero fatto l’applauso al ministro!), si è dovuto dimettere!!!

Ecco, questa è cultura della politica: i cittadini sanno quali sono i loro diritti e soprattutto quali sono i doveri e i diritti dei politici che li rappresentano.

In Svezia un politico sa di non potere sbagliare perché immediatamente ci rimette “la sedia”.

Qual è la cultura politica di noi siciliani?

Qual è la cultura politica degli italiani?

Per noi tutto è normale:

  • che i politici decidano di riempire la sicilia di pale eoliche che stanno sempre ferme perché producono più di quello che si riesce ad accumulare ma non sostituiscono l’energia elettrica, il petrolio è normale
  • che i politici vadano a fare viaggi di lavoro con mogli, figli, amanti, e amici a spese dello Stato è normale
  • che i politici vadano in giro con la macchina blu e poi mandino l’autista a prendere i figli a  scuola è normale
  • che si presenti un progetto che prevede una commissione di valutazione e già si sappia che il progetto non passerà perché il politico ha deciso che deve passare il progetto dell’amico e non quello migliore per noi è normale
  • che il politico pretenda regali per cose che non farà mai è normale
  • che i funzionari non lavorino e le pratiche si accumulino è normale
  • che nei ministeri vi siano persone che sconoscono i problemi precipui del ministero che rappresentano è normale
  • che ogni politico che occupa una sedia prima di alzarsi da quella debba avere “impostato” tutta la famiglia fino ai cugini di 6° grado è normale
  • che la finanza non controlli mai i conti correnti di funzionari che hanno tenori di vita nettamente superiori al loro stipendio è normale
  • che si voti chi ti hanno detto di votare è normale
  • che un politico rubi è normale
  • non votare una persona perbene perché “non è un politico” (= è troppo perbene per fare politica = i politici sono tutti farabutti e intrallazzini e noi dobbiamo votare quelli) è normale
  • che un quotidiano a tiratura regionale o nazionale riporti il logo della Regione Sicilia o di un qualche Assessorato in una intera pagina senza capire cosa stia pubblicizzando per noi è normale

mi piacerebbe che qualcuno continuasse questa lista di “normalità”

… e scusate se ci sono errori ma non lo rileggo… se no me ne pento e lo cancello.

Posted in politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

Forum sull’Africa 2-3 ottobre 2008 – Taormina – Hotel San Domenico

Posted by Alessandra su 12 ottobre 2008

Una delle esperienze più belle e interessanti mai avute!

La fondazione Banco di Sicilia Ambrosetti ha organizzato questo forum e tutto è stato perfetto ed estremamente interessante!

Ho apprezzato l’intervento del politologo internazionale E. Luttwak, favoloso, fantastico, interessantissimo (mi è piaciuto così tanto da avere la faccia tosta di chiedergli una foto insieme!!! Mai fatto nemmeno a 16 anni!) 🙂

Appena ho un po’ più di testa scriverò di più su quest’argomento e sulle mie idee a proposito di quanto sentito.

Per ora un po’ di foto (grazie “anche” al “solito”, meraviglioso, gentilissimo e sempre presente Lu) 🙂

Posted in cronaca, olio extra vergine, politica, soddisfazioni | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | 1 Comment »

Beppe Grillo come il Mago Otelma?

Posted by Alessandra su 12 aprile 2008

Grillo ha pubblicato la lista con i nomi degli eletti al Senato e alla Camera dei Deputati.

Pronostico alla Otelma o grande osservazione del mondo politico corrente?

Dice così: “Se la maggior parte corrisponderà alla lista vorrà dire che vi hanno preso per i fondelli!

Scarica la lista dei deputati alla Camera.

Scarica la lista dei senatori.

Avrà ragione?
Mah!
Certo è che potrebbe avere anche una bella sorpresa: la gente in giro non fa altro che dire “Io non voto!”
E se fosse così?
Accidenti che bella lezione per i nostri politici!
Ma la gente è pecorona, alla fine voterà come al solito il meno peggio o quello che gli promette 3 mesi (solo 3) di lavoro in qualche cooperativa per poi ricominciare a lamentarsi all’indomani delle elezioni.
Pazienza.
Si vede che dopotutto ci si lamenta ma non si sta così male.

Intanto qui (scarica il pdf) ci sono tutte le malefatte, ma proprio tutte dei nostri (dis)onorevoli fornite a Grillo da Travaglio e da Gomez che Grillo ha pubblicato sul suo sito.

Posted in cronaca, politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , | 2 Comments »