Olio extra vergine di oliva… mon amour!

Alessandra Cuscinà e l'olio siciliano

Archive for the ‘cronaca’ Category

Fattorie didattiche

Posted by Alessandra su 21 marzo 2011

Da 15 febbraio al 31 marzo si sono svolti i corsi per ottenere l’accreditamento di Fattoria/Azienda didattica. Le SOAT (Sezioni Operative di Assistenza Tecnica) di tutta la Sicilia si sono organizzate e hanno tenuto i corsi con i docenti più qualificati e “testati” nel corso degli anni per spiegare, chiarire, coinvolgere, preparare, fare innamorare i rappresentanti delle aziende a diventare Fattoria (per quelle aziende che guadagnano attraverso l’impiego di animali) o Azienda (le aziende agricole) didattica. Che dire, seguo questo corso con un entusiasmo e una gioia che sì mi sono abituali ma in questo caso ancor di più perché è davvero un’esperienza unica, divertente, interessante, di scambio e che mi ha permesso di conoscere altre aziende con la mia stessa vocazione. Ogni cosa è curata nei minimi particolari, i funzionari dell’Assessorato Regionale delle Risorse Agricole e Alimentari (ex Ass. Agricoltura e Foreste), si sono impegnati anima e cuore a far sì che tutto andasse per il verso giusto, magari il catering per la pausa caffè e per quella pranzo! Siamo stati stra-viziati 🙂 Io ho partecipato al corso della Soat di Misilmeri, – responsabile dott. Lillo Napoli, organizzato dal dott. Enzo Giordano.
Con la partecipazione della dott.a Marina Mangia dirigente dell’Unità Operativa n. 29 – Qualità delle produzioni e alimentazione

Per approfondire l’argomento “Fattorie didattiche“:  http://www.agrinnovazione.regione.sicilia.it/agroalimentare/fattorie_didattiche/index.html Per approfondire l’argomento “Agroalimentare siciliano“: http://www.agrinnovazione.regione.sicilia.it/agroalimentare/

Il programma del corso:

Corso presso SOAT  Misilmeri
ORARIO ARGOMENTO
1° incontro 15-feb-11 8,00-9,00 registrazione partecipanti al corso
9,00-13,00 presentazione del corso a cura dei  dott.i  Lillo Napoli ed Enzo Giordano sella Soat di Misilmeri;
Relatori: Dott.  Maurizio Costanzo, Dott. Onofrio Maria Mastrangelo
la costituzione di una fattoria didattica
aspetti normativi,
assicurativi
15,00-17,00 Relatore: Dott. Fabio Bertolazzi
fiscali dlgs n.228 del 2001. legge 57 del 5 marzo 2001, circolare 22/e del 2008 – esenzione iva delle prestazioni educative e didattiche
Relatore: Dott. Lillo Napoli (Responsabile Soat Misilmeri)
sicurezza sul lavoro dlgs 81/2008 testo unico sulla sicurezza sul lavoro, DM. N.388 del 2003 disposizioni sulpronto soccorso aziendale, privacy dlgs 196 del 2003
2°giorno 16-feb-11 8,00-13,00 Relatore: Dott.a  Susanna Messina – psicologa
La fattoria didattica : un nuovo modo educativo
principi di pedagogia e comuncazione con soggetti in età evolutva
attività di un’azienda didattica
la costruzione delle piste educative
la figura dell’operatore didattico- esperienze
15,00-17,00 Relatore: Dott. Marina Mangia
i programmi di educazione alimentare (comunitari,nazionali,regionali)
presentazione dei progetti alle scuole condivisione con gli insegnanti attività da realizzare
accoglienza
intrattenimento
redazione del questionario di gradimento
3° giorno 01-mar-11 8,00-13,00 Relatore: Dott. Francesco Rossi
il territorio : la sua fruibilità e il suo studio e e produzioni
risorse, fruizione del territori
il marketing territoriale
Relatore: Dott. Pietro Di Fiore
principi di una sana e corretta alimentazione
Relatore: Dott. Enzo Giordano
la storia della cucina e delle produzioni siciliane
4° giorno 02-mar-11 8,00-13,00 Relatore: Dott. Lillo Alaimo Di Loro (responsabile Aiab regione Sicilia)
i sistemi produttivi – principi e metodi di agricoltura biologica e di difesa integrata e le relative filiere
5° giorno 08-mar-11 8,00-13,00; Agriturismo Carbona – Azienda didattica – Castelvetrano (TP) Relatore/intrattenitore: Dott. Daniele De Leo Esperienze didattiche in ambito nazionale e regionale presso una fattoria/azienda didattica accreditata
Filiere produttive rappresentative – laboratori
le varietà
15,00-17,00 ed. alimentare
giochi
laboratori(didattico scientifici, manipolativi, sensoriali)
6° giorno 09-mar-11 Agriturismo Rocche del Pomo – Fattoria didattica – Contessa Entellina (PA) Masseria Ruvettu – Sambuca di Sicilia (PA)
Esperienze didattiche in ambito nazionale e regionale presso una fattoria/azienda didattica accreditata
8,00-13,00; Filiere produttive rappresentative – laboratori
le varietà
15,00-17,00 ed. alimentare
giochi
laboratori(didattico scientifici, manipolativi, sensoriali)
7° giorno 29-mar-11 8,00-13,00 15,00-17,00 stesura project work
8° giorno 30 marzo 2011 8,00-13,00 esami finali
esame con questionario di valutazione finale

Vedi la Photogallery… infinita!!! 🙂

23/03/2011

Piera Finocchio,  Dott. Lillo Napoli

Da sinistra: la signora Piera Finocchio, il Dott. Lillo Napoli e il dott. Enzo Giordano

Francesca Guanà


"I meglio"

"I meglio"

 


Annunci

Posted in cronaca, etichettatura olio, eventi e comunicazioni, Giustizia divina, politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

Il prezzo dell’olio in Sicilia: Dicembre 2010

Posted by Alessandra su 28 dicembre 2010

La raccolta 2010-2011 è stata piuttosto scarsa in Sicilia e laddove vi sono state buone quantità di olive la resa è stata decisamente scarsa.

Il prezzo ovviamente è salito notevolmente rispetto agli anni passati e così all’ingrosso è stato quasi impossibile reperirlo.

Ai primi di dicembre ho chiesto a degli amici produttori e frantoiani (che ringrazio per le risposte), a quanto stesse andando l’olio dalle loro parti, queste le risposte:

“Qui da noi l’olio si vende a 5.5 – 6 euro.
Si vende al piccolo consumatore privato.” (POLIZZI GENEROSA – PA)

“5€ ma sale di giorno in giorno” (PACECO – TP)

“Olio Oliva a “bocca frantoio” di norma sui 5 euro” (AGIRA – EN)

“Io ho venduto 200 lt a un confezionatore a 7,50 € lt “(CHIARAMONTE GULFI – RG)

“Da noi l’olio all’ingrosso si aggira intorno ai quattro, quattro e cinquanta euro/chilo.
Be quelli al piccolo consumatore privato??? se parliamo di confezionato, direi che variano da ditta a ditta.” MENFI (AG)

“L’olio a privati in frantoio lo vendo a €. 5 – 5,50 al litro,
in lattina da 5lt €. 32,50
All’ingrosso a €. 3,80 – 4,00” (CASTRONOVO DI SICILIA – PA)

“All’ingrosso € 4.30, al dettaglio € 4.80 – 5.00” CASTELVETRANO (TP)

“Ciao Alessandra, quest’anno con i prezzi dell’olio è stato un casino… è partito a 3.50 all’ingrosso e 4 al dettaglio per arrivare a oggi con i grossisti che te lo pagano anche a 4 euro all’ingrosso perchè olio dalle nostre parti è volato!!!! io non sono riuscita a soddisfare tutte le richieste…rese basse e ordini da tutta la sicilia….anno strano e magazzino quasi a zero!!!!! meglio così!!!!!” (PARTANNA – TP)

“Prezzo all’ingrosso €  3.2  al kg
Prezzo al minuto  €  4.0  al lt” (AGRIGENTO)

“Nella mia zona stiamo facendo per l’olio convenzionale all’ingrosso € 4\Kg + IVA e al piccolo consumatore privato € 5\Kg e per il biologico una aggiunta di € 0,50\kg, ma abbiamo avuto scarsa produzione e stiamo avendo difficoltà a soddisfare le richieste.
Se avete esubero di olio potete contattarmi.” (MARINEO -PA)

“Quest’anno annata con poca quantità nella nostra zona.
Al frantoio al privato si vende a 5,50 / 6,00 €.
Per l’ingrosso  essendoci poca quantità non credo che noi potremo soddisfare le richieste!” (MONREALE – PA)

“Dalle parti di Alia il prezzo è  e 5.00 kg ma la raccolta è stata pessima e la resa pure” (ALIA – PA)

***

Naturalmente il mio olio non fa testo perché io lo vendo e lo venderò sempre 15 euro litro, non potrei meno, significherebbe lavorare per hobby rimettendoci le spese.

***

Come si vede mi mancano i prezzi di Catania, Siracusa, Messina, e qualche cosa di più su Ragusa
ma penso che non si discostino di molto dall’attuale situazione saranno certamente ben più alti visto che in quelle zone le produzioni sono decisamente minori rispetto ad Agrigento,  Trapani e Palermo.

Insomma bisogna sperare di avere annate brutte per riuscire a vendere l’olio al “minimo sindacale“, è il colmo!

A questo punto diventa d’obbligo una riflessione: ma tutto quell’olio che trovate sugli scaffali e che risulta “siciliano” a 5 euro litro (quand’è “caro”) com’è possibile che costi così poco? Il commerciante da quando in qua fa opere di beneficienza? E quanto costava quella bottiglia in origine se è venduta a 5 euro? Insomma, trasporto, confezionamento, percentuale di guadagno del rappresentante, del supermercato, dell’azienda…  qualcosa non torna. Aprite gli occhi consumatori!

P.s.:sono graditi commenti e aggiornamenti sui prezzi.

Posted in cronaca, olio extra vergine | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | 11 Comments »

Tavola rotonda: La sensibilità femminile nella gestione dell’impresa – Palermo, 7 maggio ’10

Posted by Alessandra su 7 maggio 2010

Impressioni post evento:

Stranamente oggi ero piuttosto agitata (lo sono sempre, ma oggi di più), sarà stata la presenza di tante donne in gamba, l’argomento che mi piaceva decisamente tanto, non so, fatto sta che per un po’ ho avuto il timore di non riuscire a connettere… per fortuna è andata bene: “ho connesso”!!! 🙂

Scherzi a parte,

ascoltare le esperienze delle mie colleghe, poter cofrontare la mia con la loro, osservare la platea gremita, attentissima, è stato davvero emozionante.
Nino Amadore, il coordinatore della tavola rotonda, è stato affabile, gradevole, ci ha messe subito a nostro agio, si era documentato su ciascuna di noi e ci ha posto delle domande  mirate alla nostra esperienza personale.

A volte si pensa di conoscere una persona ma se ne ha una conoscenza esclusivamente di superficie: quella era una compagna di scuola, quell’altra la sorella di un’amica, di quell’altra ho letto la sua storia su internet… in realtà non se ne sa nulla… e ascoltare le loro storie dalla loro bocca , sentire della loro realizzazione di Donne attraverso il lavoro e il rapporto con i figli, è tutta un’altra cosa.

Le Donne sono sempre madri, sempre, in ogni caso, madri delle creature portate in grembo e/o madri delle loro aziende.
È questo uno dei fattori D che le differenzia dagli uomini, l’essere madre “per costituzione”  porta a darsi incondizionatamente non mettendo il ritorno economico al primo posto piuttosto mettendovi il fine, il progetto.

Altro fattore D, come diceva Barbara Cittadini nel suo intervento, è la capacità di adattamento, che è tipica della donna, moto più malleabile dell’uomo.

Molto bello l’intervento di Giovanna Scelfo che con la capacità organizzativa e, soprattutto, di delegare ad altri, ha creato, in azienda, un clima di operosità redditizio e che le permette di svolgere a pieno il suo ruolo di madre.

Rossana Giacalone Caleca ha portato la testimonianza del suo ruolo di Presidente Aidda oltre che di proprietaria di una delle più belle realtà di ceramica siciliana, una Donna che ha visto lontano e quando gli uomini stavano cedendo le armi pensando di vendere l’attività l’ha rilevata, rinnovata e rilanciata alla grande (chi legge il mio blog sa che sono una fan delle ceramiche Caleca – leggi qui – ).

Decisamente sentita la narrazione di Alessandra Invidiata, proprietaria dell’Azienda Agricola Invidiata Grazia, a Collesano (PA), in cui produce una discreta varietà di formaggi biologici. L’azienda di Sandra è una delle 19 aziende siciliane accreditate come Fattoria didattica mettendo così a contatto i giovani delle scuole con la realtà bucolica, con gli animali, permettondogli di assistere alla produzione del formaggio. Una bella realtà che ha tenacemente voluto “da sola” costretta a scegliere alla morte dei suoi genitori se vendere i terreni di famiglia o farli diventare redditizi, ha scelto la strada più difficile e coraggiosa.

Bellissimo l’intervento della Signora Maria Paola Di Lorenzo (Azienda DISISA) che ha testimoniato il passaggio da una realtà arcaica in cui le donne avrebbero dovuto stare a casa a occuparsi dei figli imposta dal suocero, proprietario del feudo disisa, ad una più moderna fatta di collaborazione col marito nella gestione dell’azienda: il suo impegno in tutto ciò che è privilegio femminile, dettato dal gusto, dalla sensibilità, e quindi la realizzazione della veste grafica delle bottiglie, la commercializzazione. La signora Maria Paola ha alle spalle un curriculum di tutto rispetto sia come insegnante di scuola sia come psicologa, eperienze che si sono rivelate utilissime nel condurre tutta quella parte di operazioni che vanno dal marketing all’accoglienza del pubblico in azienda.

Deliziosi gli interventi di Valentina Russo (RAV) che produce olio in quel di Sciacca (AG) e di Rossana Tuzzolino che oltre all’olio ha da poco impiantato un mandorleto nella sua  azienda a Roccapalumba (PA).
Hanno raccontato il loro percorso di giovani imprenditrici, i loro sforzi per essere sempre al passo coi tempi e, magari, anche un po’ più avanti.

Interessantissima l’apertura dei lavori di Serena Uccello, giornalista della redazione Economia e Imprese de Il Sole 24 Ore, con una panoramica dettagliata della situazione  lavorativa delle donne nel mondo e in Italia in special modo, con garbo ed entusiasmo Serena ci ha condotti per mano in un mondo di uone e cattive notizie sull’occupazione della donna, che in generale è deludente e in Italia tende al tragico mostrando però un’inversione di tendenza negli ultimi due anni in cui le donne iniziano a ricoprire ruoli sempre più importanti e soprattutto quando le aziende sono in mano a donne rendono maggiromente.
Insomma c’è di che ben sperare.
Molto interessante l’intervento di Marinella Biondo Cosentino, funzionario di Unicredi Banca che ha portato la sua esperienza riguardo i rapporti banca/imprenditrice facendo intravedere una maggior apertura delle banche nei confronti delle donne.

Che altro dire,

ah sì di cosa ho parlato io: Nino Amadore avendo scoperto sito e blog mi ha invitata a parlare del marketing online, della comunicazione e dell’importanza di questa anche per un’azienda agricola. Insomma, mi ha invitata a nozze! Adoro parlare di internet, dei blog, della comunicazione in genere. 🙂

Conclusioni personali:

da quando ho la fortuna di conoscere il Prof. Alessandro Hoffman, vengo spesso coinvolta in queste iniziative UCID (Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti) che mi consentono di ampliare i miei orizzonti e di confrontarmi con realtà simili alle mie, e di questo ringrazio Hoffman e l’Avv. Massimo Maniscalco presidente dell’UCID che me ne hanno data l’opportunità.

Da sx: Giovanni Puglisi, Alessandra Cuscinà, Rossana Giacalone Caleca, Nino Amadore, Barbara Cittadini, Giovanna Scelfo.

Posted in cronaca, eventi e comunicazioni, Imprenditori agricoli siciliani, soddisfazioni | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Sol d’Oro: l’olio della Sicilia il più premiato

Posted by Alessandra su 15 aprile 2010

Verona, 8-16 aprile , 16^ edizione del SOL D’ORO – il concorso degli oli all’interno della manifestazione internazionale Vinitaly
su 69 premi i siciliani hanno preso 15 gran menzioni e ben 2 SOL di BRONZO.

Bravissimiiii 😀

Nell’ordine su 69 premi questi i premi andati alle singole regioni italiane e alle nazioni straniere.

Vorrei far notare che:
L’OLIO SICILIANO È SEMPRE IL PIÙ PREMIATO… il che significa che è… IL MIGLIOREEEEEEE!!!
😀 😀 😀

17  premi alla Sicilia 😀
10  Spagna
Lazio
Abruzzo
Toscana
4  Cile
Calabria
Puglia
Campania
Sardegna
2  Slovenia
Veneto
1  Croazia
Emilia Romagna
Marche
Trentino
Umbria

Di seguito l’elenco dei siciliani premiati:

CATEGORIA – FRUTTATO LEGGERO
GRAN MENZIONI
Az. Agr. Aragona – Catania – Sicilia
Az. Agr. Cirinnà Vincenzo – Canicattini Bagni – Sicilia 🙂
Az. Bio-Olivicola Mirisola – Riesi – Sicilia

CATEGORIA – FRUTTATO MEDIO

SOL DI BRONZO
Az. Agr. Sergio Gafà – Chiaramonte Gulfi (RG) – Sicilia

GRAN MENZIONI
Az. Agr.Rollo – Ragusa – Sicilia
Az. Agr. Carpino – Palazzolo Acreide – Sicilia
Az. Agr. Biologica Titone – Trapani – Sicilia
Frantoio Scalia – Mascalucia – Sicilia
Soc. Agr. Fratelli Riggio – Carlentini – Sicilia

CATEGORIA – FRUTTATO INTENSO

SOL DI BRONZO
Az. Agr. Terraliva – Siracusa (SR) – Sicilia

GRAN MENZIONI
Az. Agr. Scammacca del Murgo – Santa Venerina (CT) – Sicilia
Az. Villa Zottopera – Ragusa – Sicilia
Az. Agr. Gerace di Antonella Fontanazza – Enna – Sicilia
Az. Agr. Cavasecca – Siracusa – Sicilia
Az.Agr. Cannata Antonino – Frigintini – Modica (RG) – Sicilia
Az. Agr. Rosso Giuseppe – Ragusa – Sicilia

vedi tutti i premiati del Sol d’Oro

Posted in cronaca, olio extra vergine, soddisfazioni | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Il XV Premio Biol: Bari 23 aprile – 1 maggio 2010

Posted by Alessandra su 15 aprile 2010

A fine aprile si terrà a Bari il Premio Biol 2010, ricchissimo di eventi, iniziative, premi.

All’interno di questa  manifestazione bellissima  il 28 aprile si svolgerà anche:

Comunicato stampa:

Forum Internazionale

Per un olivicoltura etica

A cura dell’Osservatorio Internazionale per l’Olivicoltura Biologica

VENERDÌ 28 APRILE
Istituto IISS “Ettore Majorana” via Tramonte 2, Bari

Il BIOL – Premio Internazionale per il Miglior Olio Extravergine Biologico del Mondo, la più grande kermesse internazionale dedicata all’olio di oliva e al biologico, terrà a Bari in Puglia (Italia) la sua 15° edizione all’insegna del rapporto tra agricoltura e città e del miglioramento delle condizioni di vita degli agricoltori. L’obiettivo è sfatare il mito della città consumatrice e distruttrice di beni, ricercando le forme per una rinnovata alleanza tra agricoltori e cittadini, accomunati in una stessa visione della terra come bene prezioso da salvaguardare per il presente e il futuro. Un bene, la terra, che necessita la presenza di custodi della sua fertilità: un nuovo agricoltore, in grado di economizzare energie, di evitare l’impiego di sostanze inquinanti, di produrre cibo e salute ma che, nonostante tutto, stenta a trovare piena soddisfazione economica, a causa delle condizioni del mercato globale e della attuale politica dei prezzi del cibo, troppo slegata da qualsiasi valore legato alla sostenibilità ambientale e alla responsabilità sociale. Il rapporto tra città e campagna ripercorre in breve raggio quello più drammatico e vitale del rapporto tra nord e sud del mondo: in questo contesto e in queste relazioni si affacciano nuove regole di rispetto della persona e dei rapporti tra diversi soggetti economici, sull’esempio del Fairtrade e della cooperazione. Di ciò si parlerà nel Forum “Per una Olivicoltura Etica”, organizzato dall’Osservatorio Internazionale per l’Olio di oliva biologico, coinvolgendo in questo percorso tutti i principali attori della filiera olivicola, dai costruttori di frantoi agli operatori di catering, ma anche tutte quelle esperienze positive di filiere agroalimentari che operano nel rispetto dell’ambiente e della persona ed innanzitutto nel rispetto dell’agricoltore. Per questo il BIOL inviterà a Bari tutte le più importanti ONG italiane impegnate in attività di cooperazione allo sviluppo sui temi dell’agricoltura biologica e del Fairtrade e i partner del progetto BIOLMED impegnati nella creazione di un network permanente orientato all’olivicoltura e alla sostenibilità. Tutte le organizzazioni e le persone che hanno a cuore la persona e la natura dal 26 aprile al 1° maggio 2010 avranno modo a Bari di partecipare attivamente al fitto programma previsto ed inoltre potranno visitare mostre, partecipare a laboratori di degustazione, provare ad analizzare il proprio olio, acquistare tutto ciò che può provenire dalla terra e dall’olivo non solo come cibo ma anche come cosmetico e oggetto d’arte, studiare, divertirsi e socializzare intorno ad una albero, l’olivo, da sempre simbolo di pace e di alleanza.

Programma:

ore 11.00
Bernardo De Gennaro, Università degli Studi di Bari Aldo Moro
“Etica e valore: riformulare il “patto” tra produzione e consumo”

Ore 11.10
Dario Stefàno, Assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia (in attesa di conferma)

Ore 11.20
Gianluca Brunori, Università degli Studi di Pisa
“L’etica in agricoltura”

Ore 11.40
Lorenzo Paluan, ICEA
“La responsabilità sociale negli standard dell’agricoltura biologica”

Ore 12.00
Francesco Zecca, Università di Perugia
“L’opportunità della responsabilità sociale per le imprese del sistema agroalimentare”

Ore 12.20
Sarina Rahn, FLO regional Coordinator Middle East and North African region
“Could the Fair Trade experience help to draw a “new deal” for ethical production and consumption?”

Ore 12.40
Javier Sanz-Cañada, CSIC Madrid
“L’etica valore aggiunto dei sistemi produttivi agroalimentari locali”

Ore 13.00
Esperienze di RSI a confronto:
Giacomo Celi, Illy Caffè – Green Coffee Dept.
“Un’esperienza etica nella grande industria agro-alimentare italiana”
Alessandro Leo, Cooperativa Libera “La cooperativa Libera un modelli produttivo alternativo”

Ore 13.30
chiusura sessione mattutina

Ore 13.45 – Pausa pranzo, servizio catering

Ore 15.30
Riapertura dei lavori
Apertura tavola rotonda
Coordina:
Luigi Caricato, TeatroNaturale.it

Esperienze di RSI a confronto:
Conny Neri, “Progetto Respet”
Gianfranco Ciola, “Comunità degli oliveti monumentali di Puglia”
Lucio Cavazzoni – “L’esperienza di Alce Nero”

Ore 17.00
Chiusura del Forum

Posted in cronaca, olio extra vergine | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | Leave a Comment »