Olio extra vergine di oliva… mon amour!

Alessandra Cuscinà e l'olio siciliano

Il prezzo dell’olio in Sicilia: Dicembre 2010

Posted by Alessandra su 28 dicembre 2010

La raccolta 2010-2011 è stata piuttosto scarsa in Sicilia e laddove vi sono state buone quantità di olive la resa è stata decisamente scarsa.

Il prezzo ovviamente è salito notevolmente rispetto agli anni passati e così all’ingrosso è stato quasi impossibile reperirlo.

Ai primi di dicembre ho chiesto a degli amici produttori e frantoiani (che ringrazio per le risposte), a quanto stesse andando l’olio dalle loro parti, queste le risposte:

“Qui da noi l’olio si vende a 5.5 – 6 euro.
Si vende al piccolo consumatore privato.” (POLIZZI GENEROSA – PA)

“5€ ma sale di giorno in giorno” (PACECO – TP)

“Olio Oliva a “bocca frantoio” di norma sui 5 euro” (AGIRA – EN)

“Io ho venduto 200 lt a un confezionatore a 7,50 € lt “(CHIARAMONTE GULFI – RG)

“Da noi l’olio all’ingrosso si aggira intorno ai quattro, quattro e cinquanta euro/chilo.
Be quelli al piccolo consumatore privato??? se parliamo di confezionato, direi che variano da ditta a ditta.” MENFI (AG)

“L’olio a privati in frantoio lo vendo a €. 5 – 5,50 al litro,
in lattina da 5lt €. 32,50
All’ingrosso a €. 3,80 – 4,00” (CASTRONOVO DI SICILIA – PA)

“All’ingrosso € 4.30, al dettaglio € 4.80 – 5.00” CASTELVETRANO (TP)

“Ciao Alessandra, quest’anno con i prezzi dell’olio è stato un casino… è partito a 3.50 all’ingrosso e 4 al dettaglio per arrivare a oggi con i grossisti che te lo pagano anche a 4 euro all’ingrosso perchè olio dalle nostre parti è volato!!!! io non sono riuscita a soddisfare tutte le richieste…rese basse e ordini da tutta la sicilia….anno strano e magazzino quasi a zero!!!!! meglio così!!!!!” (PARTANNA – TP)

“Prezzo all’ingrosso €  3.2  al kg
Prezzo al minuto  €  4.0  al lt” (AGRIGENTO)

“Nella mia zona stiamo facendo per l’olio convenzionale all’ingrosso € 4\Kg + IVA e al piccolo consumatore privato € 5\Kg e per il biologico una aggiunta di € 0,50\kg, ma abbiamo avuto scarsa produzione e stiamo avendo difficoltà a soddisfare le richieste.
Se avete esubero di olio potete contattarmi.” (MARINEO -PA)

“Quest’anno annata con poca quantità nella nostra zona.
Al frantoio al privato si vende a 5,50 / 6,00 €.
Per l’ingrosso  essendoci poca quantità non credo che noi potremo soddisfare le richieste!” (MONREALE – PA)

“Dalle parti di Alia il prezzo è  e 5.00 kg ma la raccolta è stata pessima e la resa pure” (ALIA – PA)

***

Naturalmente il mio olio non fa testo perché io lo vendo e lo venderò sempre 15 euro litro, non potrei meno, significherebbe lavorare per hobby rimettendoci le spese.

***

Come si vede mi mancano i prezzi di Catania, Siracusa, Messina, e qualche cosa di più su Ragusa
ma penso che non si discostino di molto dall’attuale situazione saranno certamente ben più alti visto che in quelle zone le produzioni sono decisamente minori rispetto ad Agrigento,  Trapani e Palermo.

Insomma bisogna sperare di avere annate brutte per riuscire a vendere l’olio al “minimo sindacale“, è il colmo!

A questo punto diventa d’obbligo una riflessione: ma tutto quell’olio che trovate sugli scaffali e che risulta “siciliano” a 5 euro litro (quand’è “caro”) com’è possibile che costi così poco? Il commerciante da quando in qua fa opere di beneficienza? E quanto costava quella bottiglia in origine se è venduta a 5 euro? Insomma, trasporto, confezionamento, percentuale di guadagno del rappresentante, del supermercato, dell’azienda…  qualcosa non torna. Aprite gli occhi consumatori!

P.s.:sono graditi commenti e aggiornamenti sui prezzi.

Annunci

11 Risposte to “Il prezzo dell’olio in Sicilia: Dicembre 2010”

  1. La DaMa said

    meno male che ci sei tu dalla Sicilia che vende al suo prezzo, perchè non si vede altro che olio extravergine di oliva proveniente dal sud italia a prezzi sconcertanti, perfino un DOP dalla Puglia a 6,5 Euro in latte da 5 Lt. Sconcertante!

    ciao

    • Grazie, fa piacere che, ogni tanto, qualcuno apprezzi e soprattutto capisca quello che mi sforzo di dire in questo blog.
      Tutti si riempono la bocca di “qualità”, siamo arrivati al paradosso: Monini e Farchioni con bottigliazze da un litro di colore trasparente fanno gli spot sulla qualità!!! E a noi ci prendono per pazzi perché vogliamo “lavorare” dignitosamente senza fregare nessuno e soprattutto senza rimetterci le spese di gestione.

      • La DaMa said

        Ad una signora (di bel portamento), che si era fermata al nostro stand durante una manifestazione, chiesi se consumava olio extravergine di oliva e di che marca: Carapelli mi rispose; Perchè questa marca? Replicai io, lei mi rispose secca: .

        Una grande stregoneria il messaggio mediatico.

        Ciao se capito in Sicilia ti vengo a trovare (scusa per il tu arbitrariamente autorizzato).

        PS Molto interessante la tua denocciolatura, spero di arrivarci fra qualche anno con l?Ascolana Tenera.

      • Già, solo che noi il messaggio mediatico non ce lo possiamo permettere…
        no problem per il tu 🙂 se vieni portami il tuo olio così ho il piacere di assaggiarlo.

        Allora sarai un futuro concorrente 🙂

  2. io ho un negozio di prodotti tipici e il mio fornitore mi ha dato l’olio spremuto a freddo a un prezzo maggiore rispetto all’anno scorso. Io ci sto mettendo un guadagno minimo perchè i clienti non capiscono che l’olio di qualità costa!

    • Cara Maria Grazia, la capisco molto bene, quest’anno la produzione è stata scarsa e i prezzi sono saliti.
      Il grande pubblico ancora non capisce che un prodotto di qualità, come tutte le cose, costa.
      Solo pochi eletti hanno il palato per apprezzare i prodotti di qualità e anche la possibilità di acquistarla, e chi fa qualità può rivolgersi solo a questi.
      Gli altri risparmieranno ogni settimana qualche euro nel fare la spesa all’ipermercato o peggio all’hard discount e poi spenderanno gli stessi soldi con gli interessi in analisi cliniche, dottori, specialisti e altro.
      Io ragiono così sempre, anche le crocchette dei miei cani sono tra le migliori in assoluto, sì spendo tanto, ma il veterinario mi vede col telescopio e così non solo godono di ottima salute ma io risparmio un sacco di soldi.
      Insomma come dice un vecchio proverbio: “Chi più spende meno spende“.

  3. luciano said

    Salve Alessandra,
    io quest’anno per la campagna olearia (2011/2012) (ovviamente nel mio piccolo) ho speso (tra costi di acqua, potatura, raccolta e molitura) 1.300,00 €. per 42 alberi di ulivo, ho prodotto kg 933 di olive che una volta spremute hanno dato origine a 135 kg di purissimo olio extravergine di oliva. Venduto al prezzo di zona (Catania) di €. 6,00 al kg (di più non si può altrimenti resta invenduto) mi sono tenuto 48 kg di olio per il fabbisogno familiare ed ho venduto i rimanenti 87 kg, i quali mi hanno reso €. 522,00 contro i 1.300,00 € spesi per la produzione, hanno prodotto un deficit di 778,00 €., negli anni precedenti è andata pressappoco nello stesso modo, ragion per cui questo è stato il mio ultimo anno di produzione, negli anni a venire mi recherò nei frantoi oleari ed acquisterò direttamnte da li, la quantità di olio per il mio fabbisogno. Ti starari chiedendo: ed a me che mi frega??? niente ti rispondo io, è solo uno sfogo con chi sicuramente mi può capire, fortunata te che hai clienti che capiscono quello che comprano.
    Luciano Sava

    • Mi frega eccome! E mi fa anche incavolare a morte perché c’è ancora chi è convinto che pagare un olio più di 4,50 euro litro sia eccessivo!!! Questo è il motivo per cui tutti coloro che sono convinti di fare l’affare al frantoio tra un po’ potranno comprare solo olio industriale “SPACCIATO” per extra vergine d’oliva e tutto quello che risparmieranno non hanno ancora capito che se ne andrà in cure per il loro fegato.
      Contenti loro…

  4. LaDaMa said

    Ciao Alessandra (in primis) e ciao Luciano.

    Caro Luciano, mi incuriosisce il tuo sfogo sui risultati 2011 in relazione ai costi, ma spendere 1300 € mi sembra veramente troppo in relazione a 42 piante; fai da solo in famiglia o con manodopera esterna?

    Se tengo conto dei nostri paramentri il calcolo veloce (s.e.&.o.) su costo di 12€/ora (manodopera sufficientemente capace) e giornata lavorativa di 6 ore, il tutto viene:

    – potatura annuale di produzione: 30 minuti per pianta (6€/pianta)
    – raccolta manuale agevolata 18/20 Kg uomo/pianta: 10 piante/giorno (7,2€/pianta)
    – molitura: 16/18 €/ql.
    – lavorazione terreno, trattamenti fitosanitari/concimazioni, trasporti e spese varie tu non li hai citati e io li valuto a forfait 150€

    Quindi se io calcolassi per 42 piante avrei:
    252 di potatura
    302,4 di raccolta
    170 di molitura
    150 di forfait

    8074,4 totale (s.e.&.o)

    In ogni caso i 6 €/Kg sono il prezzo di boccafrantoio anche da noi, ma per produzioni industriali che poco hanno a che vedere con l’olio extravergine di oliva “presente nel mio vocabolario”.

    Ricorda che non è il Consumatore che ti cerca, ma tu devi cercare Lui.

    ciao

    • luciano said

      Ciao La Dama e ciao Alessandra,
      spiego meglio, facendo un resoconto, la zona dove si trova il mio terreno è alle pendici dell’Etna le piante sono dislocate su dei terrazzamenti naturali, angusti e circondati da ficodindia, per cui, sia la potatura che la raccolta portano via parecchio più tempo di quello da te calcolato;
      Potatura €. 350,00 (escluso lo smaltimento dei rami tagliati che ho fatto io nei sabati e domeniche)
      Raccolta €. 450,00 (compreso trasporto al frantoio ed escluso un mio giorno che ho dedicato alla raccolta )
      Molitura €. 135,00 (con metodo a presse come quello di una volta, e non a ciclo continuo, escluso il pomeriggio di lavoro che ho perso per stare al frantoio e controllare che tutto andasse bene durante la molitura)
      Trattamenti €. 0 (non faccio alcun trattamento, la mia produzione è quanto di più naturale e bio possa esserci, nella raccolta non prendiamo nemmeno quelle olive che nei giorni che precedono la raccolta sono cadute sul terreno, scusate il gioco di parole)
      Acqua €. 361 (non ho un pozzo quindi nella stagione calda che va da aprile a ottobre l’acqua la devo acquistare
      totale €. 1296
      Il prezzo di vendita è quello che ho specificato in precedenza (dal produttore al consumatore e con l’acquisto sul posto di molitura) e non si può fare altrimenti perchè in zona, chi più chi meno produce olio d’oliva, quindi se io alzassi il prezzo anche solo di 50 cent. al kg capite da voi che mi resterebbe l’olio sul groppone….
      Purtroppo non posso fare in famiglia, mio padre se ne è andato nel 2007 (proprio a causa di complicazioni sopravvenute per un incidente durante la raccolta delle piante di ulivo in questione), prima del 2007 si occupava di tutto mio padre ed io aiutavo quando potevo, (mi ricordo che da ragazzino fino a circa i 18 anni marinavo la scuola per la raccolta delle olive, e dopo, quando potevo assentarmi dal lavoro aiutavo sempre, ma questa è un’altra storia, fatta di bei ricordi…) adesso non posso, se lasciassi il lavoro per andare a raccogliere le olive perderei la paga dei giorni di assenza (visto che lavoro in nero) quindi farlo io o pagare qualcuno per farlo al mio posto non porta a variazioni di costi, in questi anni, ho continuato a produrre in memoria di mio padre, ma con la crisi di questi ultimi 2 anni è diventato veramente pesante, per recuperare i costi dovrei vendere a non meno di 13/14 €. al kg…. pura e semplice utopia, almeno per ciò che mi riguarda; per cui avendo parecchi amici che producono con i miei stessi sistemi biologici e nella stessa zona non mi resta che acquistare da loro, con la certezza matematica di avere la stessa qualità della mia produzione ma con un risparmio non indifferente.
      Credo che il mio resoconto sia stato molto chiaro, voi cosa fareste al mio posto?

      Alessandra ti racconto un aneddoto: nel 2009 mi trovavo nel Sud Tirolo ospite di amici, una sera andammo a cenare in una trattopizzeria di un siciliano come me, il quale, come benvenuto, ci portò degli assaggini: crostini di pane caldo con una bottiglia di olio extravergine di oliva di Sicilia; io presi la bottiglia versai dell’olio sul crostino e cominciai ad assaporare l’olio, si ripresentò il tizio vantando l’olio in questione dicendo che era di sua produzione, fatto dalle olive che aveva nei sui terreni in Sicilia; Chi produce veramente olio distingue in lontananza l’olio d’oliva da un surrogato, quindi in siciliano dissi al tizzio che quell’olio di olive non aveva niente, forse una lontana parentela; al chè il tizzio mi chiese come facevo a conoscere così bene l’olio d’oliva, e gli raccontai che “io” producevo del vero e genuino olio di oliva. Gli promisi che al mio ritorno a casa gli avrei spedito un campione del mio olio con l’accordo che se gli fosse piaciuto avrebbe acquistato da me. E così fù, dopo quelche giorno che spedii il mio campione il tizzio mi chiamò dicendomi che non aveva mai assagiato niente di simile e che voleva a tutti costi il mio prodotto…, ma quando andiamo a parlare di costi (gli avevo fatto un prezzo onesto 8 € al kg + spese di spedizione) mi rispose che 8 €. al kg era un prezzo esagerato e che se avesse acquistato a quel prezzo sarebbe fallito….. inutile dire che l’ho mandato educatamente a quel paese…; Alessandra sono veramente pochi quelli che riescono a capire cosa comprano, tu li hai trovati tienili stretti perchè non capita di trovarne tanti.
      Cosa dire di più è stato un vero piacere “chiacchierare” con voi, mi avete riportato alla memoria dei bei ricordi legati alla mia infanzia ed a mio padre, grazie cercherò di tenere duro finche potrò. Un caro saluto,
      Luciano Sava

      • LaDaMa said

        Caro Luca, scusami comunque per essermi intromesso e per averti fatto i conti in tasca; comunque vedi che non tenendo conto della conformazione ostile del tuo terreno e del costo di irrigazione, non sono andato molto lontano. Purtroppo le condizioni ambientali ti penalizzano, ma magari ti danno un “plus” sulla tipologia della varietà che coltivi (non conosco le cultivar siciliane). In ogni caso quel poco olio che produci “amalo” e come dici tieni duro.

        Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: